Perle di filosofia :“CONSUMARE E NON PENSARE È LA FINE DELLA STORIA”?

(Antonio Donghi, Circo equestre,1927)     di Trento Malatino Si è cominciato, alcuni anni or sono, con l’abuso del «post»: il «postindustriale»: il postmoderno alla fine della tarda modernità, le post-avanguardie nell’arte; e si è andati avanti (o indietro?) fino ad affermare – ma senza un brivido – la fine della storia. Di qui il […]

recensione lbri: “l’altro garibaldi” di carmelo santalco,edizioni nuova eri

“Garibaldi alla sbarra L’iniziativa “giudiziaria” è del senatore Santalco in un libro di valore storiografico discutibile. di Bruno Villari I nostri tempi di pubblicazione non ci hanno consentito di “passare”; nell’immediatezza della sua comparsa, una nota sul libro “L’altro Garibaldi” di Carmelo Santalco stampato per la Nuova Eri (Edizioni “mamma” Rai) e introdotto da Roberto […]

Economia & Finanza: le lusinghe del mercato finanziario

FACILE GUADAGNO OFFRESI di Francesco Ajello L’uomo si distingue dagli altri esseri viventi per molte sue caratteristiche, ma quella che probabilmente gli è più peculiare e senza alcun dubbio meno controvertibile, è la sua capacità o forse necessità, di guardare al futuro, di intravedere quali problemi esso potrà portare, e di studiare i sistemi per porvi rimedio. Anche alcuni altri esseri sembrano avere tale […]

Parentesi: le nostre interviste – uffici stampa Comune e provincia regionale di messina

A colloquio con Attilio Borda Bossana e Gino Mauro capi  ufficio stampa di “Palazzo Zanca” e “Palazzo dei Leoni” COME FUNZIONA LA FABBRICA DI NOTIZIE    di Flavia Alessi  Attilio Borda Bossana (in basso Gino Mauro) Quando si pensa di parlare di informazione e di mass media, il primo riferimento è sicuramente la redazione dei giornali […]

Arte e storia: GIORNATE BALORDE E AVVENTUROSE CARAVAGGIO
 A MESSINA

di Fortunato Pergolizzi  Al nobile messinese Niccolao di Giacomo dovette apparire strano quei personaggio preceduto dalla fama di grande artista che gli si presentò scontroso e irriverente, indossando un abbigliamento del quale si erano perduti i connotati dei velluti e dei broccati originari. Infatti era costume del Caravaggio indossare un abito nuovo per smetterlo quando […]