Archivio Articoli Rivista

Primo compleanno

La nostra prima prova è superata. È trascorso un anno dal debutto ufficiale di Parentesi; un esordio che abbiamo seguito con grande trepidazione, probabilmente la stessa che si prova nell’accompagnare una creatura che muova i suoi primi passi nel mondo.
Con lo scorrere del tempo, Parentesi ha acquistato sempre maggior sicurezza e sviluppato una propria personalità, diffondendosi tra un pubblico via via più vasto comprendente abbonati, lettori occasionali o abituali, curiosi e critici.
Durante il primo anno di pubblicazione abbiamo ricevuto calorosi incoraggiamenti e utili consigli e, al di là di ogni previsione, le nostre iniziative hanno incontrato larghi consensi. La rivisitazione da noi proposta di momenti di storia e tradizioni misconosciuti o dimenticati, nonché la scelta dei personaggi cui abbiamo dato risalto nei nostri articoli, hanno riscosso la calda approvazione dei lettori. Grande interesse, inoltre, ha suscitato la nostra iniziativa, intrapresa nel corso dell’anno e destinata a continuare, volta alla valorizzazione del patrimonio ambientale, culturale e artistico della provincia. In ogni numero del giornale, difatti, abbiamo proposto un itinerario ideato per andare alla riscoperta di un diverso comune. Il nostro viaggio è iniziato con l’attraversamento della Valle dell’Alcantara: ai comuni di Roccella Valdemone, Francavilla di Sicilia e Malvagna che, con grande entusiasmo, hanno aderito all’iniziativa da noi promossa, va il nostro più sentito ringraziamento.
Nel corso del tempo non sono mancati preziosi suggerimenti e critiche costruttive che, espressamente richiesti, si sono rivelati oltremodo utili a correggere le inevitabili imperfezioni e a contribuire al nostro progressivo miglioramento.
Non a caso, proprio sulla scorta delle numerose opinioni raccolte, abbiamo definito il programma per l’immediato futuro durante il quale, rassicuriamo i nostri lettori, Parentesi continuerà a conservare l’originario carattere di apartiticità e a rispettare i suoi principi fondanti. Difatti, seguiteranno a restare ai margini delle nostre pubblicazioni quell’ardore polemico e quell’animosità che, considerati dai più sinonimo di pettegolezzo, indiscrezione e sgradevolezza, generalmente soddisfano le esigenze di una ristretta cerchia di lettori. Qualora venissero pubblicati articoli inerenti a vicende politiche, o comparissero eventuali note di colore, essi avranno esclusivamente carattere di approfondimento, al fine di incoraggiare, in un clima di libero dibattito, lo scambio di idee e di opinioni.
È nostro fermo proposito, in effetti, onorare gli impegni presi un anno fa, alla nascita del nostro editoriale, ovvero quello di aprire una “parentesi” d’informazione nell’ambito della politica, dell’economia, della cultura e dell’attualità, di analizzare le dinamiche degli eventi più rilevanti e quello, non meno importante, di offrire ai nostri lettori un’occasione di incontro con la città e la sua provincia.
Diverse saranno le novità in programma. Tra le altre, segnaliamo il mutamento della veste grafica della testata e la variazione della periodicità della rivista che, originariamente bimestrale, diventerà mensile.
Contiamo, naturalmente, sulla sensibilità e sulla di un pubblico di lettori ci auguriamo continuino ad accordarci la loro preferenza, che rappresenta per noi il principale incentivo alla realizzazione dei nostri programmi e al consolidamento del nostro lavoro.
Con questi proponimenti, dunque, concludiamo il nostro primo anno di attività e ci apprestiamo a proseguire il cammino, augurando a tutti un anno lieto e ricco di piacevoli momenti.
Buon Natale e felice anno nuovo. 518

Potrebbero interessarti anche:

Scrivi il tuo commento